Woman getting an acupuncture treatment in a spa

Le basi dell’agopuntura

L’agopuntura è una delle più antiche terapie mediche del mondo, sicuramente la più antica ancora utilizzata. Conosciuta da circa 3500 anni, solo negli ultimi decenni è diventata popolare nel mondo occidentale dove, in precedenza era vista con sospetto e considerata priva di efficacia terapeutica. Quanto le cose siano cambiate lo testimoniano sia il numero di praticanti che di pazienti.

Si pensi nel 1993 la Food and Drug Administration, USA, ha stimato 12 milioni di visite all’anno per terapie di agopuntura con una spesa di oltre mezzo miliardo di dollari in trattamenti. La medicina tradizionale cinese sostiene che esistono 2.000 punti utili per l’agopuntura sul corpo umano, che sono collegati da 20 percorsi (12 principali, 8 secondarie) chiamati meridiani. Questi meridiani conducono energia, il Qi, tra la superficie del corpo e dei suoi organi interni. Ogni punto ha un effetto diverso sul Qi che passa attraverso di esso. L’energia governata dal Qi contribuisce a regolare l’equilibrio nel corpo. È influenzato dalle forze opposte di Yin e Yang, che rappresentano le forze positiva e negativa dell’Universo, macrocosmo, e del corpo umano, microcosmo. L’agopuntura può ristabilire l’equilibrio tra Yin e Yang, consentendo così il normale flusso del Qi in tutto il corpo e il ripristino del benessere sia per la mente che per il corpo.
Diverse teorie sono state esposte in merito all’esatto funzionamento dell’agopuntura. Una teoria suggerisce che gli aghi impediscono agli impulsi dolorosi di raggiungere il midollo spinale e il cervello. Questa teoria trova fondamento dal fatto che la maggior parte dei punti di agopuntura sono vicini o collegati a strutture nervose. Un’altra teoria suggerisce che l’agopuntura stimoli l’organismo a produrre sostanze chiamate endorfine, che hanno effetto eccitante e riescono a ridurre il dolore. Altri studi hanno scoperto che altre sostanze antidolorifiche chiamate oppioidi, possono essere rilasciati nel corpo durante il trattamento di agopuntura.

Lo Specialista

L’agopuntura viene praticata solo da medici specializzati che usano appositi aghi, molto sottili e diversi dagli aghi ipodermici. Se ben praticato, il trattamento è assolutamente indolore e anzi molti pazienti riferiscono di provare un senso di benessere e rilassamento fin dal momento in cui l’ago viene inserito. È un trattamento assolutamente sicuro e privo di effetti collaterali, le uniche controindicazioni relative per chi per gli emofiliaci e i pazienti sottoposti a terapia anticoagulante dove piccoli ematomi possono comparire nei giorni successivi.

GB21-neck-csIn Occidente, l’agopuntura è riconosciuta come terapia per una vasta serie di disturbi che vanno dai disturbi neuromuscolari o muscoloscheletrici come artrite, nevralgie, algie degli arti, vertigini, insonnia e come terapia per i disturbi emotivi di origine psicologica (come depressione e ansia); disturbi circolatori (quali ipertensione, angina pectoris, arteriosclerosi e anemia); dipendenza da alcol, nicotina e altre droghe; disturbi respiratori (come l’enfisema, sinusite, allergie e bronchiti); per alcune patologie gastrointestinali (come le allergie alimentari, ulcere, diarrea cronica, stitichezza, cattiva digestione, debolezza intestinale, anoressia e gastrite).

Nel 1997, una dichiarazione di consenso rilasciata dal National Institutes of Health ha definito che l’agopuntura potrebbe essere utile da sola, o in combinazione con altre terapie, per il trattamento delle emicranie, crampi mestruali, gomito del tennista, fibromialgia, dolore miofasciale, artrosi, mal di schiena, sindrome del tunnel carpale e asma. Altri studi, effettuati negli USA, hanno dimostrato che l’agopuntura può aiutare nella riabilitazione dei pazienti colpiti da ictus e può alleviare la nausea in pazienti sottoposti a intervento chirurgico.