Segno di Frank

Quello che i medici non ricordano … Diagnosi Auricolare con il segno di Frank

Segno di Frank
Segno di Frank

Al di fuori dell’ambito antroposofico e dell’Agopuntura Auricolare praticata secondo il modello della MTC, lo studio della morfologia auricolare non ha mai destato grande interesse tra i medici occidentali, fatta eccezione per il lobo e il “segno di Frank” (meglio noto come ELC o diagonal ear-lobe crease) dei colleghi cardiologi.
L’ispezione, applicata all’agopuntura auricolare, nasce nell’ambito della scuola cinese per opera dei medici militari dell’armata di Nanchino, che nel 1973 pubblicano un testo ormai diventato un classico. Quest’opera tradotta in numerose lingue, compreso l’italiano, ha contribuito a far conoscere in tutto il mondo questa metodo diagnostico. Viceversa la scuola francese, sin dai primi lavori di Nogier, ha pressoché totalmente ignorato l’esame ispettivo.
L’ispezione del padiglione si basa sull’assunto che una alterazione organica in particolare se possa determinare delle alterazioni della superficie del padiglione rilevabili visivamente. Oltre agli autori cinesi, i ricercatori europei che hanno approfondito gli studi sulla semeiologia ispettiva in agopuntura auricolare, sono il francese Nguyen e l’italiano M. Romoli.

Segno di Frank
Segno di Frank

Per indicare i segni rilevabili sul padiglione auricolare con l’ispezione il primo ha utilizzato il termine di lèsion cutanée punctuelle (LCP) mentre il secondo ha proposto quello di Skin Alteration (SA), in italiano Alterazione Cutanea.
In Europa tra le metodiche utilizzate nella semeiologia auricolare, l’ispezione risulta la meno utilizzata. Questo è probabilmente dovuto alla difficoltà di poter seguire un training efficace in relazione ai lunghi tempi di apprendimento necessari e alla mancanza di fonti adeguate. Sino alla 40 pubblicazione nel 2010 del manuale “Auricular Acupuncture Diagnosis” di M. Romoli, non era disponibile nessun testo che comprendesse una esauriente documentazione fotografica delle alterazioni cutanee descritte.

Nelle foto riportate a lato potete osservare una marcata ruga, assai profonda, che taglia il lobo del padiglione auricolare. Il segno puo’ essere mono o bilaterale: questo è il segno di Frank che è associato a predisposizione marcata all’infarto !

Se per caso ora stai andando davanti ad uno specchio e guardandoti trovi tale segno ti consiglio di rivolgerti al tuo cardiologo di fiducia per eventuali approfondimenti in merito alle tue coronarie.

Riferimenti ai seguenti link:

http://myheart.net/articles/earlobe-crease-and-heart-disease-fact-or-myth/

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24866080  Articolo interessante di meta analisi