Auricoloterapia … una cura efficace semplice e senza effetti collaterali

L’auricoloterapia consiste nel trattare specifici punti del padiglione auricolare a scopo terapeutico. Conosciuta anche come auricolopuntura o agopuntura auricolare, è una tecnica appartenente al corpus della Medicina Tradizionale Cinese. L’auricoloterapia si basa sull’assunto per cui il padiglione auricolare riproduce in maniera dettagliata l’insieme dell’organismo umano ed è stato rappresentato come un feto capovolto.

L’orecchio è il luogo di confluenza di precisi canali energetici corrispondenti a organi e funzioni dell’organismo secondo la Medicina Tradizionale Cinese ed è ad oggi tale tecnica terapiutica avvallata scientificamente dalla Medicina Moderna Occidentale mediante l’innervazione di 4 nervi cranici. Tali punti di agopuntura vengono stimolati, tramite diverse modalità ( aghi, microcorrenti, semi di vaccaria, aghi a semipermanenza, palpazione ), per trattare malattie organiche e squilibri energetici di vario tipo. Come disciplina, l’auricoloterapia nasce in Francia negli anni Cinquanta del XX secolo, ad opera di un medico di base di Lione, il Dott. Paul Nogier.  Da allora l’auricoloterapia si è diffusa nel mondo tra cui quella tedesca, quella americana e quella italiana.

Benefici e controindicazioni

L’efficacia del trattamento si denota sin dalle prime sedute, in particolar modo per terapie finalizzate a dipendenze da fumo, cibo e alcool oltre al trattamento del dolore, ansia, attacchi di panico etc. È proprio nell’ambito delle dipendenze che l’auricoloterapia gode di maggior successo tra la popolazione garantendo il successo terapeutico il più delle volte. Non avendo effetti collaterali risulta molto utile anche in età pediatrica.

Per chi è utile l’auricoloterapia

Tra i disturbi e le patologie curabili tramite l’auricoloterapia troviamo insonnia, ansia, stress, attacchi di panico, depressione, nausea, vomito, timidezza, tabagismo, dipendenza dall’alcool, sovrappeso, controllo della fame, sciatica, lombosciatalgia, cervicalgie, periatrite scapolo-omerale, psoriasi, infertilità, disfunzione erettile, cura delle tonsille e disagi dovuti alla postura.

auricolo terapia

La legge in Italia e all’estero

Nel 1987 a Seoul e nel 1991 a Lione, l’OMS ha riconosciuto e standardizzato i punti di agopuntura auricolare. Nel 1995, la Federazione Nazionale dell’Ordine dei Medici inserisce la voce “Auricoloterapia” nel tariffario FNOOM, rendendola terapia medica ufficiale praticabile da sola manu medicaIn Italia per praticare l’agopuntura è necessario essere medici  ed aver seguito dei corsi della durata biennale ( AIRAS di Padova ) o il Master Universitario di Neuromodulazione Auricolare presso l’Universita’ di Sassari. Tra gli esponenti più importanti di tale tecnica sicuramente vi sono Marco Romoli per aver pubblicato libri e lavori scientifici avvalorati in tutto il mondo.

Curiosità sull’auricoloterapia

Nogier aveva osservato che diversi suoi pazienti provenienti dalla Corsica riportavano delle cauterizzazioni a livello del padiglione auricolare. Analizzando la storia clinica di questi pazienti, il medico scoprì che queste cauterizzazioni venivano effettuate in Corsica da alcuni maniscalchi, di una certa abilità, per curare dolori sciatalgici. Incuriosito da questa scoperta, Nogier indagò nella storia della medicina per scoprire precedenti fini terapeutici relativi all’orecchio. Ciò che riscontrò furono innumerevoli testimonianze di pratiche simili, da Ippocrate fino ai giorni nostri.

Così il medico di Lione si mise al lavoro per sperimentare i vari punti dell’orecchio, scoprendo che in esso sono contenute le rappresentazioni delle innervazioni dei vari organi e apparati in modo tale da fornire nell’orecchio l’immagine di un feto rovesciato e di poter trattare le varie parti del corpo stimolando quelle aree corrispondenti auricolari.